Nomine: dal compagno di scuola di Di Maio all'assistente di Crippa, il M5S ha imparato in fretta. Grillo dove sei? Dov'è la rivoluzione? - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia. Un blog di opinion-leading - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

Nomine: dal compagno di scuola di Di Maio all'assistente di Crippa, il M5S ha imparato in fretta. Grillo dove sei? Dov'è la rivoluzione?

Pubblicato da in News ·

Luigi Di Maio (M5S) e Nicola Zingaretti (Pd)

L’accordo sulle liste per i consigli di amministrazione delle aziende strategiche dello Stato non è cambiato, nonostante i dissidi e i malumori provocati dalle accuse lanciate da Alessandro Di Battista il guerriero grillino che sembra essere ritornato a tuonare nella scena politica italiana. Il Partito Democratico e il Movimento Cinque Stelle hanno trovato un’intesa sulle conferme delle nomine all’interno delle società pubbliche, nonostante agli occhi di molti sembri strano, visto che solo pochi mesi fa il M5S lanciava i suoi intenti rivoluzionari e sbandierava il cambiamento del sistema dicendoci da sempre non interessato alla spartizione delle poltrone. Sembra sia passato un secolo ormai da quelle battaglie nelle piazze piene di tutta Italia. Oggi l’accordo lascia di fatto una convalida dello status quo, tanto da spingere Matteo Renzi a esultare, visto che gran parte dei manager che resteranno al rispettivo posto sono frutto di sue scelte passate.

Ma, dando un'occhiata alle nuove nomine, non ci si può non soffermare su alcune scelte che fanno arrabbiare molti grillini. Una di queste è la nomina del compagno di scuola di Di Maio, Carmine America, già suo consigliere speciale per la sicurezza, a cui è stata affidata una poltrona nel consiglio di amministrazione di Leonardo. Bottino non male per i Cinque Stelle: anche l’ex sottosegretario e oggi capogruppo alla Camera Cinque Stelle, Davide Crippa, può sorridere, nell'Eni sta per entrare, infatti, Emanuele Piccinno, assistente proprio di Crippa.

Che dire? Complimenti a Di Maio & C. che si sono saputi adeguare in fretta al sistema della spartizione delle poltrone. Pensate, grazie al M5S, anche un altro trombato dagli elettori, Ernesto Carbone, bocciato nelle urne dagli elettori, è stato ripescato. Proprio così, il "Ciaone" ha ottenuto una poltrona. Grazie Di Maio.








Torna ai contenuti | Torna al menu