Più che indignarsi per i furbetti del bonus, che comunque dovrebbero dimettersi, indigniamoci per gli incapaci che fanno le leggi - Testata on line. Blog d'approfondimento delle notizie con particolare interesse per la Sicilia. Un blog di opinion-leading - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

Più che indignarsi per i furbetti del bonus, che comunque dovrebbero dimettersi, indigniamoci per gli incapaci che fanno le leggi

Pubblicato da in News ·

Pasquale Tridico, presidente dell'Inps

Si sta parlando tantissimo in queste ore dei furbetti che hanno chiesto il bonus partite iva nonostante la loro posizione di parlamentari o consiglieri regionali e comunali, c'è indignazione e rabbia, giustamente, per carità nessuno vuol giustificarli, moralmente. Si perchè dal punto di vista giuridico, parlamentari o imprenditori o ricchi che siano, avevano diritto a quel bonus stando alla legge scritta dal governo attuale.

C'è poi chi, come Nicola Morra (M5S), addirittura fa un video sui social per denigrare chi si indigna di quanto accaduto visto che si tratta, così dichiara il Morra, di qualche centinaio di euro, mentre bisognerebbe indignarsi per quelle forze politiche di opposizione che attaccano il povero Tridico.

Ora dico io, ma ci voleva così tanto a mettere dei paletti per evitare che chi stesse bene economicamente non avesse avuto la possibilità di chiedere il bonus? Eppure bastava indicare un limite di reddito. Neanche un euro ai pensionati da fame, che si sono trovati a comprarsi mascherine e gel come fossero gioielli e pagare la frutta e verdura con rincari fino al 25%, questa è stata la vergogna. Regalare denaro pubblico, versato anche dai pensionati poveri, a gente ricca.

Chi dovrebbe dimettersi in questo momento, prima ancora dei furbetti che hanno chiesto "legalmente" il bonus, sono quegli incapaci che stanno al Governo oggi e che non sono capaci di scrivere neppure una legge nonostante siano pagati profumatamente e assistiti da task force di ogni genere.




Torna ai contenuti | Torna al menu