Benvenuti a Calatafimi Segesta - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Benvenuti a Calatafimi Segesta

La città di Calatafimi Segesta
Calatafimi Segesta è un comune con poco più di 7.000 abitanti nella provincia di Trapani.
Il paese si è sviluppato intorno al IX secolo intorno al Castello di Eufemio, di cui ancora oggi si trovano alcune tracce, nei pressi dei resti di Segesta, la città fondata dagli elimi che non è più abitata.
Oltre all'area archeologica di Segesta ed al Mausoleo di Pianto Romano, a Calatafimi, così si chiamava fino al 1997, vi è il centro storico, alla cui sommità sorge il Castello Eufemio, un esempio dell’architettura normanno-sveva.
Da visitare inoltre le chiese del Santissimo Crocifisso, la chiesa del Carmine, della Madonna del Giubino, di San Michele, di San Giuliano, della Madonna del Soccorso, il Palazzo Zuaro, la fontana "di li cannoli" e la chiesa della Santissima Trinità.
Il centro storico è particolare in quanto costituito da una serie di vicoli, cortili e scalinate che si intrecciano tra loro, ed è attualmente disabitato e in stato di abbandono, da quando il terremoto del 1968 colpì la Valle del Belice.
Nella cittadina sono dislocati tre piccoli musei: il museo di Segesta, il museo dell'epopea garibaldina e il museo etnoantropologico.
A Calatafimi Segesta si svolge una delle feste popolari più antiche d'Italia, la festa del S.S. Crocifisso, che entra in scena ogni 5 o 7 anni, nei giorni che vanno dal 29 aprile al 3 maggio.
La popolazione calatafimese, divisa in ceti, sfila per tre giorni in processione lanciando confetti, cucciddati e fiori, mettendo in mostra gli usi e i costumi della cultura contadina. I muli, i cavalli e i buoi, parati a festa, diventano protagonisti in quelle tortuose vie del centro storico calatafimese, tutto dettato da una scansione di tempi tramandata nel tempo.
Inizialmente i festeggiamenti del SS. Crocifisso si celebravano nel mese di giugno in ricorrenza dei giorni miracolosi che ci sono stati a Calatafimi e che sono anche documentati, poi successivamente furono spostati a settembre, mese in cui si celebra "l'esaltazione della Croce" e infine portati definitivamente agli inizi di maggio.
Sotto trovate alcune strutture turistico-ricettive dove soggiornare a Calatafimi Segesta, dove poter dormire, mangiare o divertirsi, cosa vedere a Calatafimi Segesta e dintorni in provincia di Trapani.



Festival Dionisiache


La splendida cornice del teatro greco-elimo di Segesta accoglie annualmente il Festival e il suo ricco calendario di spettacoli, in parte legati al teatro classico.
Le Albe al Teatro proposte all'interno del Calendario degli spettacoli sono appuntamenti di grande fascino per la capacità, consolidata negli anni, di abbinare racconto teatrale e scenari naturali.
Al Festival è legato il premio assegnato annualmente per la promozione della scrittura teatrale, ideato dal Centro Italiano di drammaturgia contemporanea.
La tua pubblicità GRATIS qui
Pubblicizza GRATIS la tua struttura ricettiva, la tua casa vacanza o anche la tua attività commerciale o professionale su abcsicilia.com. Hai un sito internet? Avrai il link che porta al tuo sito. Non hai un sito internet? Ci pensiamo noi a creare una pagina web tutta dedicata alla tua attività con descrizione, foto, mappa, commenti e modulo per contattarti. Quanto costa? Un banner con la tua pubblicità nella sola pagina del luogo dove opera la tua struttura è completamente GRATUITO.Che aspetti? Fatti vedere sul web e incrementerai i tuoi affari senza alcuna spesa. Ti basta una e-mail. Scrivici a info@abcsicilia.com

GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS
U ciù pulitu ciavi a rugna (Il più pulito ha la rogna)
Si può incappare in un gruppo di manigoldi, il più onesto dei quali è una vera canaglia!



 
Torna ai contenuti | Torna al menu