Siracusa 22 luglio 2016 - Gran Ballo Risorgimentale - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Siracusa 22 luglio 2016 - Gran Ballo Risorgimentale

Eventi
Il Gran Ballo Risorgimentale a Siracusa
Un ritorno al passato, con l'aristocrazia ottocentesca che si è esibita nella stupenda Piazza Duomo a Siracusa, in un Gran Ballo Risorgimentale. L'evento, iniziato alle 21,30 del 22 luglio 2016 ed organizzato dalla Società di danza siciliana diretta dal maestro Fabio Mòllica, ha avuto un grande successo e una massiccia presenza di pubblico.
Una ventina di danzatori in costumi d'epoca, impeccabili nei loro movimenti, con il patrocinio del Comune attraverso l'assessorato alle Politiche culturali retto da Francesco Italia, hanno realizzato un vero "Gran ballo risorgimentale" con le musiche di Verdi, Donizetti, Paganini e Josef Strauss.
Durante la serata di ballo, si sono susseguiti, ai piedi del maestoso Duomo, quadriglie, contraddanze, valzer, polke e danze figurate nello stile dei balli organizzati in tutta Italia per celebrare le vittorie del movimento patriottico.
Un incontro ravvicinato, per tutti gli intervenuti, con il fascino della danza romantica ottocentesca che tantissimi artisti ha ispirato e che molto spesso è stata celebrata in film memorabili da grandissimi registi.
La tua pubblicità GRATIS qui
Pubblicizza GRATIS la tua struttura ricettiva, la tua casa vacanza o anche la tua attività commerciale o professionale su abcsicilia.com. Hai un sito internet? Avrai il link che porta al tuo sito. Non hai un sito internet? Ci pensiamo noi a creare una pagina web tutta dedicata alla tua attività con descrizione, foto, mappa, commenti e modulo per contattarti. Quanto costa? Un banner con la tua pubblicità nella sola pagina del luogo dove opera la tua struttura è completamente GRATUITO.Che aspetti? Fatti vedere sul web e incrementerai i tuoi affari senza alcuna spesa. Ti basta una e-mail. Scrivici a info@abcsicilia.com

GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS
Cuannu unu sbagghia, s'ampara
Quando uno sbaglia, impara


 
Torna ai contenuti | Torna al menu