La città di Polizzi Generosa - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

La città di Polizzi Generosa
Polizzi Generosa è un comune della provincia di Palermo, con circa 3.600 abitanti, situato a 920 metri sul livello del mare, nel Parco delle Madonie di cui fa parte, insieme ad altri 14 comuni. Il ritrovamento di numerosi reperti archeologici del IV e III secolo a.C. dimostrano che Polizzi è stata abitata fin dalle antichità, anche se l'attuale centro abitato, molto probabilmente si è sviluppato sotto il dominio bizantino.

Cosa vedere a Polizzi Generosa

Polizzi è definita città d'arte grazie al suo patrimonio artistico conservato soprattutto nelle chiese, ancora oggi degne di ammirazione. Da visitare la Chiesa Madre, dedicata a Santa Maria Assunta, di cui si sconosce l'anno di fondazione anche se in molti ritengono che sia stata costruita all'arrivo dei normanni. Interessanti sono pure la Chiesa di San Gandolfo La Povera, eretta nel 1622 accanto alla Chiesa Madre, la Chiesa di Santa Margherita o Badia Vecchia del XV secolo, la Chiesa di San Nicolò, una delle più antiche della città, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie o Badia Nuova, costruita nel 1499. Tra gli edifici civili che meritano attenzione segnaliamo: il Castello di cui oggi si possono ammirare sol i ruderi e il Palazzo Gagliardo, eretto di fronte alla Chiesa Madre, il Palazzo Carpinello, dalla lunga facciata di piatta architettura che domina tutta la piazza, il Palazzo Comunale e la Biblioteca Comunale Lancia di Brolo, inaugurata nel 1893 con i libri donati dal Duca Federico Lancia di Brolo.

Sotto trovate alcune strutture turistico-ricettive dove soggiornare a Polizzi Generosa nel Parco delle Madonie, dove alloggiare, dormire, mangiare o divertirsi a Polizzi Generosa e dintorni in provincia di Palermo.

Il fagiolo "badda" di Polizzi
A "badda" di Polizzi è un fagiolo medio piccolo e di forma tondeggiante (da qui il nome badda che vuol dire palla) che da oltre due secoli viene coltivato negli orti di Polizzi Generosa, nel Parco Naturale delle Madonie. Gli abitanti di Polizzi lo chiamano anche fagilo "badda bianca" oppure "badda niura" o "munachedda", nel caso sia prevalente la colorazione rosata-aranciata oppure quella scura. I fagioli "badda" sono coltivati in piccoli orti familiari anche perchè i contadini della zona per secoli hanno custodito i segreti del seme originario.
Nelle zone più alte del territorio di Polizzi Generosa, la semina inizia la prima settimana di giugno: tradizionalmente i fagioli si seminano il giorno di S. Antonio da Padova. A quote più basse invece, la semina inizia più tardi, oltre la metà di luglio, quando inizia a scemare il calore dell'estate.
La raccolta dei baccelli verdi inizia dopo circa sessanta giorni e, a seconda delle quote, si può arrivare anche sino a novembre. la raccolta dei fagioli da essiccare invece, si effettuta quando i baccelli sono molto maturi ma prima che si aprano e facciano cadere i semi, in genere a ottobre e novembre.
A "badda" di Polizzi è un fagiolo sapido, con note erbacee e perfino salmastre, leggermente astringente, con sentori di castagne e mandorle nel finale. Cuocendo acquisisce una giusta cremosità, ma senza sfaldarsi. Ha inoltre la pregevole caratteristica di essere facilmente digeribile e di non causare gonfiori durante la digestione.
Ricette facili




Le ricette più famose della cucina tipica siciliana

Nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia è stata per millenni crocevia di popoli che le hanno impedito di affermarsi, nel campo culinario, in maniera autonoma.
Sempre dominata, la Sicilia è stata però così intelligente da far propri gli aspetti peculiari delle diverse culture: greci e fenici, romani e bizantini, arabi e normanni, spagnoli e francesi.
Le ricette di abcsicilia sono ricette facili da realizzare e richiedono ingredienti economici di uso stagionale frequente  


La ceramica in Sicilia


La ceramica - Strade e paesi siciliani della terracotta

Semplice, geniale invenzione, la ceramica è una delle realizzazioni più importanti dell'Umanità. In Sicilia essa fa la sua comparsa nel VI millennio a.C. e, sino all'età del Bronzo, si sviluppa in tutti i centri indigeni dell'isola. Dai primi rozzi manufatti di Stentinello, vicino... Leggi tutto
U mangiari e u viviri caccia u malu (Il mangiare e il bere scacciano il male)
Chi non è in buono stato di salute, non deve trascurare l'alimentazione a lui particolarmente adatta. Le risorse fisiche sono alla base di quelle morali!
Seguici su Facebook
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy
Direttore responsabile: Giuseppe Cianci                                                        Contatti: redazione@abcsicilia.com  giuseppe.cianci@abcsicilia.com

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu