Il piccolo comune di San Fratello - Vacanze in Sicilia - Turismo e Notizie

Abcsicilia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il piccolo comune di San Fratello

La città di San Fratello
San Fratello è un Comune della provincia di Messina, con circa circa 3.900 abitanti, facente parte del territorio del Parco dei Nebrodi. San Fratello si erge, a ridosso di una rupe costituente i ruderi del Castello di Turiano, a circa 700 metri sul livello del mare, a dominare un ampio tratto del Mar Trreno. Il nome di San Fratello, centro agricolo dei Nebrodi, pare che risalga ai Santi Alfio, Filadelfio e Cirino, tre Santi Fratelli che avevano subito il martirio a Lentini nel 263 e i cui resti mortali furono prima trafugati e poi custoditi nella rocca di Dèmena, sopra San Fratello. Questa cittadina attrae i turisti per il suo paesaggio ricco di bellezze naturali, come il suo meraviglioso bosco, e per la sua superba posizione sopraelevata che domina l'ampio litorale che va da Capo d'Orlando fino a Santo Stefano di Camastra.

Cosa vedere a San Fratello (ME)

Non mancano beni artistico-storici e archeologici da visitare tra cui il Santuario dei Tre Santi, situato in un luogo solitario che conserva intatta la suggestione del passato e il fascino di un eremo. Fu costruito tra la fine del XI secolo e l'inizio del XII secolo e presenta evidenti caratteristiche di stile arabo-normanno. Da visitare anche la cerchia di mura megalitiche e le basi di alcune torri distrutte, la Chiesa di Maria S.S. Assunta e il Palazzo Mammana in stile medievale. A San Fratello si parla il dialetto sanfratellano, un antico dialetto gallo-italico in cui si riscontrano elementi del piemontese, del ligure, del lombardo, dell'emiliano e del provenzale, motivo per cui i suoi abitanti vengono definiti forestieri dagli altri siciliani dei paesi confinanti.

Sotto trovate alcune strutture turistico-ricettive dove soggiornare a San Fratello, dove dormire, mangiare o divertirsi a San Fratello e dintorni in provincia di Messina.

Il Cavallo Sanfratellano
La storia del noto cavallo di San Fratello, pregio di un territorio naturalistico incontaminato. Il cavallo sanfratellano presenta delle peculiarità storiche e sociologiche di estremo interesse in quanto non si tratta di una razza secondaria voluta da una casata, da un nobile o da un baronetto in auge in un determinato periodo storico ma l'allevamento del cavallo sanfratellitano rappresenta un legame con la gente e con la storia di un ben preciso territorio siciliano. Nel video a lato potete scoprire la storia integrale del cavallo di San Fratello.
Ricette facili




Le ricette più famose della cucina tipica siciliana

Nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia è stata per millenni crocevia di popoli che le hanno impedito di affermarsi, nel campo culinario, in maniera autonoma.
Sempre dominata, la Sicilia è stata però così intelligente da far propri gli aspetti peculiari delle diverse culture: greci e fenici, romani e bizantini, arabi e normanni, spagnoli e francesi.
Le ricette di abcsicilia sono ricette facili da realizzare e richiedono ingredienti economici di uso stagionale frequente  


La ceramica in Sicilia


La ceramica - Strade e paesi siciliani della terracotta

Semplice, geniale invenzione, la ceramica è una delle realizzazioni più importanti dell'Umanità. In Sicilia essa fa la sua comparsa nel VI millennio a.C. e, sino all'età del Bronzo, si sviluppa in tutti i centri indigeni dell'isola. Dai primi rozzi manufatti di Stentinello, vicino... Leggi tutto
La Valle dei Templi



Lungo un crinale, impropriamente chiamato valle, venivano eretti, nell’arco di un secolo, il V secolo a.C., numerosi templi a testimonianza di quanto fosse prospera la città. Incendiati dai Cartaginesi nel 406 a.C., venivano restaurati dai romani mantenendo l’originale stile dorico. Può darsi che... continua
U scieccu curri finu a cuannu pò, ma puoi si ferma (L'asino corre fino a quando può, ma poi si ferma)
La corda può essere tirata fino ad un certo punto, poi si spezza e... "qui casca l'asino"
Seguici su Facebook
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy

Direttore responsabile: Giuseppe Cianci  giuseppe.cianci@abcsicilia.com                                          Contatti: redazione@abcsicilia.com  

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu