Il piccolo comune di San Fratello - abcsicilia

Abcsicilia Blog Portal
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il piccolo comune di San Fratello

Il Cavallo Sanfratellano
La storia del noto cavallo di San Fratello, pregio di un territorio naturalistico incontaminato. Il cavallo sanfratellano presenta delle peculiarità storiche e sociologiche di estremo interesse in quanto non si tratta di una razza secondaria voluta da una casata, da un nobile o da un baronetto in auge in un determinato periodo storico ma l'allevamento del cavallo sanfratellitano rappresenta un legame con la gente e con la storia di un ben preciso territorio siciliano. Nel video a lato potete scoprire la storia integrale del cavallo di San Fratello.
La città di San Fratello
San Fratello è un Comune della provincia di Messina, con circa circa 3.900 abitanti, facente parte del territorio del Parco dei Nebrodi. San Fratello si erge, a ridosso di una rupe costituente i ruderi del Castello di Turiano, a circa 700 metri sul livello del mare, a dominare un ampio tratto del Mar Trreno. Il nome di San Fratello, centro agricolo dei Nebrodi, pare che risalga ai Santi Alfio, Filadelfio e Cirino, tre Santi Fratelli che avevano subito il martirio a Lentini nel 263 e i cui resti mortali furono prima trafugati e poi custoditi nella rocca di Dèmena, sopra San Fratello. Questa cittadina attrae i turisti per il suo paesaggio ricco di bellezze naturali, come il suo meraviglioso bosco, e per la sua superba posizione sopraelevata che domina l'ampio litorale che va da Capo d'Orlando fino a Santo Stefano di Camastra. Non mancano beni artistico-storici e archeologici da visitare tra cui il Santuario dei Tre Santi, situato in un luogo solitario che conserva intatta la suggestione del passato e il fascino di un eremo. Fu costruito tra la fine del XI secolo e l'inizio del XII secolo e presenta evidenti caratteristiche di stile arabo-normanno. Da visitare anche la cerchia di mura megalitiche e le basi di alcune torri distrutte, la Chiesa di Maria S.S. Assunta e il Palazzo Mammana in stile medievale. A San Fratello si parla il dialetto sanfratellano, un antico dialetto gallo-italico in cui si riscontrano elementi del piemontese, del ligure, del lombardo, dell'emiliano e del provenzale, motivo per cui i suoi abitanti vengono definiti forestieri dagli altri siciliani dei paesi confinanti.
Sotto trovate alcune strutture turistico-ricettive dove soggiornare a San Fratello, dove dormire, mangiare o divertirsi a San Fratello e dintorni in provincia di Messina.


La tua pubblicità GRATIS qui
Pubblicizza GRATIS la tua struttura ricettiva, la tua casa vacanza o anche la tua attività commerciale o professionale su abcsicilia.com. Hai un sito internet? Avrai il link che porta al tuo sito. Non hai un sito internet? Ci pensiamo noi a creare una pagina web tutta dedicata alla tua attività con descrizione, foto, mappa, commenti e modulo per contattarti. Quanto costa? Un banner con la tua pubblicità nella sola pagina del luogo dove opera la tua struttura è completamente GRATUITO.Che aspetti? Fatti vedere sul web e incrementerai i tuoi affari senza alcuna spesa. Ti basta una e-mail. Scrivici a info@abcsicilia.com

GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS GRATIS
U scieccu curri finu a cuannu pò, ma puoi si ferma (L'asino corre fino a quando può, ma poi si ferma)
La corda può essere tirata fino ad un certo punto, poi si spezza e... "qui casca l'asino"



 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu