La città di Sant'Alfio - Vacanze in Sicilia - Turismo e Notizie

Abcsicilia
Vai ai contenuti

Menu principale:

La città di Sant'Alfio

La città di Sant'Alfio
Sant'Alfio è un piccolo comune di circa 1.600 abitanti appartenente alla città metropolitana di Catania. L'origine del nome sembra legato ad un fatto religioso: tre fratelli, Alfio, Filadelfo e Cirino, nel 253 d.C. furono deportati in Sicilia per essere martirizzati a Lentini. Durante il viaggio, attraversando il territorio dove oggi sorge Sant'Alfio, avvenne un miracolo: all'improvviso un vento fortissimo, al loro passaggio, scagliò via la trave che portavano sulle spalle.

Sant'Alfio dal 1815 era una frazione di Giarre, solo dal 1923 è divenuto un comune autonomo, aiutato in questo compito da Milo e Fornazzo, che all'epoca erano due piccole frazioni del paese, anche loro a sua volta divenuti autonomi negli anni successivi. Nei secoli, il paese si è sviluppato, in maniera sempre più incisiva, grazie alla coltivazione della vite, da cui si derivava un vino scuro pregiato, di elevato tasso alcolico, che arrivava sulle tavole dei Cavalieri di Malta e su quelle dei generali inglesi. Ancora oggi, comunque, il vino trascina l'economia di questo paese anche se l'appartenenza al Parco dell'Etna ha fatto crescere il turismo anche a Sant'Alfio.

Cosa vedere a Sant'Alfio (CT)

Il visitatore che si reca a Sant'Alfio ha modo di ammirare il centro storico del paese segnato dalle sue inalterate caratteristiche antiche e da vie anguste su cui si ergono i palazzi più importanti. Stupenda è la facciata della Chiesa Madre, allestita interamente in pietra lavica, mentre in Piazza Duomo bellissimi sono i diversi palazzi patrizi, tra i quali quello del Municipio. Una visita merita anche la Chiesa del Calvario, piccola struttura risalente al 1878.
Nel territorio di Sant'Alfio, precisamente in contrada Carpineto, nel Parco dell'Etna, si trova il Castagno dei Cento Cavalli, un albero di castagno la cui età si aggira tra i 3600 ed i 4000 anni, molto studiato e visitato negli ultimi secoli. La sua storia narra una leggenda secondo cui la regina Giovanna I d'Angiò, col suo seguito di cento cavalieri, si riparò da un improvviso temporale proprio sotto la chioma imponente del castagno. Poco distante si trova anche un altro vecchio albero di castagno dalla particolarissima forma di una nave.
La festa più importante nel paese di Sant'Alfio è dedicata ai suoi Santi Patroni, Alfio, Filadelfo e Cirino, e si svolge la prima domenica di maggio.

Parchi e Riserve Naturali in Sicilia



VACANZA E AVVENTURA IN SICILIA

Lo scorrimento delle acque del fiume Alcantara ha modellato e inciso il territorio attraversato e, in località Fondaco Motta, frazione del Comune di Motta Camastra, in collaborazione con alcune imponenti colate laviche, ha creato delle suggestive e profonde gole a strapiombo, conosciute come le Gole dell'Alcantara...continua
_____________



LA STORIA DA VISITARE IN SICILIA

Il Parco Archeologico della Neapolis, di notevole estensione, racchiude importanti monumenti che rappresentano la storia della città: la piscina romana, l'Anfiteatro romano, l'Ara di Ierone, l'Orecchio di Dionisio, la Grotta dei Cordari, le Latomie del Paradiso, le Latomie dell'Intagliatella, le Latomie di S. Venera, la Tomba di Archimede e la Necropoli Grotticelle, tutte cartoline fantastiche da visitare in provincia di Siracusa, in Sicilia...continua
_____________



LEGGENDE E MISTERI DEL PASSATO IN SICILIA

Il sito archeologico delle Grotte della Gurfa è un raro esempio di architettura funeraria rupestre, scavato nella roccia arenaria dalla mano dell'uomo in epoca preistorica. La ricostruzione storica di questo monumento è piuttosto complessa per la mancanza di reperti archeologici nella zona circostante le grotte, oltre che per il continuo uso dell'ipogeo che in parte ne ha modificato, trasformato e forse eliminato, la struttura originaria. Studi recenti tuttavia riconoscono questo luogo come tempio dedicato... continua
Se vuoi dare un senso alla tua vita
non perdere tempo a pensare a quella degli altri...
© Giuseppe Cianci
Seguici su Facebook
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy

Direttore responsabile: Giuseppe Cianci  giuseppe.cianci@abcsicilia.com                                          Contatti: redazione@abcsicilia.com  

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu