Benvenuti ad Ispica - Sicilia Turismo e Notizie

   Sicilia Turismo & Notizie
Vai ai contenuti

Menu principale:

La città di Ispica
Cosa vedere nella città di Ispica (RG)

Ispica è un comune della provincia di Ragusa con poco più di 15.000 abitanti e confina con i comuni di Modica, Pozzallo, Pachino e Rosolini. Dista dal mare appena 6 Km. Molti i monumenti che si possono ammirare in questa cittadina: la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Chiesa Madre di San Bartolomeo, la Chiesa Madonna del Carmelo ed il Palazzo Bruno di Belmonte, sede del Comune di Ispica e palazzo in stile Liberty tra i più prestigiosi della Sicilia.
A proposito del Palazzo Bruno di Belmonte, il 19 dicembre 2015 è stato restituito alla città il giardino di questo palazzo, un elemento architettonico armonicamente fuso col Palazzo, che finalmente torna agli albori grazie all'amore per Ispica da parte di abitanti e amministratori. Arricchito di piante rare e di arcate rivestite di agrumi rampicanti, il giardino costituirà un'ulteriore attrazione per i turisti che sempre più numerosi visitano il capolavoro del famoso architetto Ernesto Basile.

Feste e sagre da vedere a Ispica
Ispica attira molti forestieri in occasione delle feste religiose: la Settimana Santa con la rievocazione della via Crucis, la processione del Venerdì Santo e la Domenica di Pasqua con il Cristo risorto che incontra la Madonna tra voli di colombe e mortaretti, e il Presepe vivente in occasione del Natale. Molte anche le sagre: quella della carota a maggio, carota di Ispica che dal 2010 ha il marchio IGP, e ancora la "sagra 'ra tunnina", la sagra delle cozze, la sagra del gelato, la festa dell'uva.
Ispica si affaccia sulla costa con le sue frazioni di Marina di Marza e di Santa Maria del Focallo che rappresentano la Marina di Ispica, con lunghe spiagge di sabbia dorata e mare cristallino, spesso premiate dalla FEE con la Bandiera Blu. Sempre sulla costa del territorio di Ispica si trova anche Punta Cirica, una piccola spiaggia con grotte naturali e alcuni faraglioni, insomma un angolo di paradiso. Il Presepe vivente di Ispica rappresenta una tappa importante per il Natale Ibleo e per molti visitatori di tutta la Sicilia. Realizzato nel magnifico scenario della zona archeologica di Ispica il Presepe, ogni anno, divulga la sua magia a più di trenta mila visitatori provenienti da varie città della regione, affermandosi così come il Presepe più visitato della Sicilia.

Sotto trovate alcune strutture turistico ricettive dove soggiornare a Ispica, dove dormire, mangiare o divertirsi a Ispica e dintorni in provincia di Ragusa.

Palazzo Bruno di Belmonte
©Giuseppe Cianci
Ricette facili




Le ricette più famose della cucina tipica siciliana

Nel cuore del Mediterraneo, la Sicilia è stata per millenni crocevia di popoli che le hanno impedito di affermarsi, nel campo culinario, in maniera autonoma.
Sempre dominata, la Sicilia è stata però così intelligente da far propri gli aspetti peculiari delle diverse culture: greci e fenici, romani e bizantini, arabi e normanni, spagnoli e francesi.
Le ricette di abcsicilia sono ricette facili da realizzare e richiedono ingredienti economici di uso stagionale frequente  


La ceramica in Sicilia


La ceramica - Strade e paesi siciliani della terracotta

Semplice, geniale invenzione, la ceramica è una delle realizzazioni più importanti dell'Umanità. In Sicilia essa fa la sua comparsa nel VI millennio a.C. e, sino all'età del Bronzo, si sviluppa in tutti i centri indigeni dell'isola. Dai primi rozzi manufatti di Stentinello, vicino... Leggi tutto
La Festa della Patena a Ispica - 5 marzo 2019


Il martedì che precede l'inizio della Quaresima e chiude i festeggiamenti del Carnevale, a Ispica, si tiene la Festa della "Patena" molto sentita dai fedeli. La Festa della Patena ha origine nell'antico calendario liturgico siciliano, che celebrava il ricordo della Flagellazione di Gesù il martedì precedente le Ceneri. La Patena è la preziosa aureola del Cristo alla Colonna, al cui interno è incastonata una reliquia della Croce in cui venne crocifisso Gesù Cristo. Questa reliquia si conserva nella Chiesa di Santa Maria Maggiore da circa tre secoli, da quando venne donata a don Maurizio Statella da frate Giovan Battista da Milano.
La Patena venne certificata autentica dalla curia vescovile di Siracusa, il 22 luglio 1624, su autorizzazione di Papa Innocenzo X. Quando il terribile terremoto del 1693 rase al suolo l'antica Spaccaforno, il marchese Statella, miracolosamente salvatosi, volle donare la reliquia alla Chiesa di Santa Maria Maggiore.



Il video con alcune immagini della Festa della Patena a Ispica tenutasi il 5 marzo 2019



Alcune immagini della città di Ispica
© Foto di Giuseppe Cianci per abcsicilia.com
Palazzo Bruno di Belmonte
© Giuseppe Cianci
Ispica com'era...
Palazzo Bruno di Belmonte in costruzione. Costruito a partire dal 1906 su progetto di Ernesto Basile, tra i maggiori architetti liberty d'Europa. Scrive il Portoghesi che il palazzo "con la sua arcaica identità di un vero e proprio castello, spicca nel paesaggio urbano e sembra rappresentare la contraddittorietà della sua terra, divisa tra il torpore di un persistente medioevo e la volontà di superare nella cultura, nell´intelligenza e nei legami con il continente la condizione insulare e la sua intramontabile arcaicità".
Via Borghi
Via Scivoletto
Parchi e Riserve Naturali in Sicilia



VACANZA E AVVENTURA IN SICILIA

Lo scorrimento delle acque del fiume Alcantara ha modellato e inciso il territorio attraversato e, in località Fondaco Motta, frazione del Comune di Motta Camastra, in collaborazione con alcune imponenti colate laviche, ha creato delle suggestive e profonde gole a strapiombo, conosciute come le Gole dell'Alcantara...continua

_____________




LA STORIA DA VISITARE IN SICILIA

Il Parco Archeologico della Neapolis, di notevole estensione, racchiude importanti monumenti che rappresentano la storia della città: la piscina romana, l'Anfiteatro romano, l'Ara di Ierone, l'Orecchio di Dionisio, la Grotta dei Cordari, le Latomie del Paradiso, le Latomie dell'Intagliatella, le Latomie di S. Venera, la Tomba di Archimede e la Necropoli Grotticelle, tutte cartoline fantastiche da visitare in provincia di Siracusa, in Sicilia...continua


_____________




LEGGENDE E MISTERI DEL PASSATO IN SICILIA

Il sito archeologico delle Grotte della Gurfa è un raro esempio di architettura funeraria rupestre, scavato nella roccia arenaria dalla mano dell'uomo in epoca preistorica. La ricostruzione storica di questo monumento è piuttosto complessa per la mancanza di reperti archeologici nella zona circostante le grotte, oltre che per il continuo uso dell'ipogeo che in parte ne ha modificato, trasformato e forse eliminato, la struttura originaria. Studi recenti tuttavia riconoscono questo luogo come tempio dedicato... continua
Il Carnevale in Sicilia

IL CARNEVALE IN SICILIA


In Sicilia il Carnevale è davvero molto sentito e ricco di fascino. Sono molti i carnevali che si festeggiano nell'isola ma ce n'è uno, quello della splendida città di Acireale, che attira visitatori da tutte le parti d'Italia, grazie al fascino che riesce a trasmettere a tutti i... continua

Dove mangiare in Sicilia


La cucina siciliana, dove mangiare in Sicilia
Guida ai sapori e ai valori della cucina siciliana

Una descrizione sulla storia della cucina siciliana e sulle sue tradizioni insieme ad una selezione di locali di cucina tipica siciliana, dove mangiare in Sicilia... Leggi tutto
Tri sunu i cosi ca piacinu: i sordi, a munita e i rinari (Tre sono le cose che piacciono: i soldi, la moneta e i danari)
Di primo acchito sembrerebbe trattarsi di tre diverse fonti di piacere, invece, si esalta solo e solamente il dio danaro, con differenti appellativi (...ma sfacciatamente sinonimi)!
Seguici su Facebook
© abcsicilia   -   Portale turistico e informativo per la Sicilia  -     Tutti i diritti riservati        Chi siamo      Privacy e Cookie Policy

Direttore responsabile: Giuseppe Cianci  giuseppe.cianci@abcsicilia.com                                          Contatti: redazione@abcsicilia.com  

Testata on line non soggetta agli obblighi stabiliti dall'art. 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416 e successive modificazioni, e dall'art. 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62. Inoltre ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla Delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008.
Questa testata/blog non costituisce una testata giornalistica poiché non ha carattere periodico ed è aggiornata/o secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerata/o in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 2001. Si precisa inoltre che abcsicilia.com non ha alcuno scopo di lucro, tutti i ricavi della pubblicità presente sono finalizzati al sostegno delle spese tecniche per il mantenimento del dominio e il reperimento dei materiali.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu